Ristoranti: è obbligatorio indicare la provenienza degli ingredienti?

Ristoranti e pizzerie non hanno l’obbligo di indicare ai clienti la provenienza degli ingredienti usati negli alimenti da loro preparati, ma quando lo fanno volontariamente le indicazioni devono essere veritiere e non ingannevoli.

Ristoranti: è obbligatorio indicare la provenienza degli ingredienti?I clienti degli esercizi di ristorazione hanno il diritto di conoscere gli ingredienti utilizzati per la preparazione degli alimenti, ma i ristoratori non hanno nessun obbligo di informarli anche sulla provenienza, a meno che …

… continua a leggere su laleggepertutti.it

Dichiarazione nutrizionale: si può omettere in alcuni cibi artigianali

Cambiano-le-etichette-alimenti-su-valori-nutrizionali-ingredienti-provenienza-370x230La dichiarazione nutrizionale di regola è obbligatoria nelle etichette di ogni alimento, ma è prevista un’eccezione per i prodotti artigianali commercializzati localmente direttamente dal produttore…

Continua a leggere su laleggepertutti.it

Igiene degli alimenti: legale rappresentante non sempre responsabile

Nelle catene di supermercati o punti vendita di alimentari il responsabile per l’igiene degli alimenti è il gestore del singolo punto vendita e non il legale rappresentante della società se la violazione dipende dalla gestione del singolo negozio.

supermercatoLa responsabilità per la violazione delle norme sulla sicurezza e l’igiene degli alimenti commessa in un punto vendita di una catena di supermercati o negozi di alimentari è del responsabile del singolo negozio, anche in assenza di una specifica delega

continua a leggere l’articolo su laleggepertutti.it

Se l’etichetta di un alimento non indica le sostanze allergeniche

pic5Allergie alimentari: quale tutela ha il consumatore che, acquistando un prodotto alimentare in un supermercato, sviluppa una reazione per un’intolleranza a una delle sostanze allergeniche contenute nel cibo?

Chi soffre di allergie o intolleranze alimentari è attento a quali cibi consuma. Può accadere però che l’etichetta dell’alimento acquistato o il menu del ristorante non indichino la presenza di sostanze allergeniche…

Leggi il resto dell’articolo su laleggepertutti.it

Un alimento che ho comprato mi ha fatto male: a chi chiedo i danni?

intossicazione-alimentareHo comprato un alimento al supermercato e dopo averlo consumato sono stato male, posso chiedere il risarcimento del danno? A chi: al supermercato o al produttore?

Può capitare che un cibo acquistato al supermercato provochi dei danni alla salute, più o meno gravi, al consumatore. Chi subisce un danno ha diritto di chiedere il risarcimento…

leggi il resto dell’articolo su laleggepertutti.it

Olio di oliva dalla Tunisia: occhio all’etichetta

2510-23810-la-tunisie-s-attend-a-une-production-exceptionnelle-d-huile-d-olive-au-terme-de-la-campagne-20142015_L-433x324
L’Europa ha aperto le frontiere all’olio di oliva proveniente dalla Tunisia e in tanti stanno protestando per la concorrenza rispetto all’olio italiano e per il fatto che l’olio straniero sarebbe di qualità più scarsa e meno sicuro. Una attenta lettura dell’etichetta può farci stare tranquilli.

Grazie ad un accordo tra Unione europea e Tunisia [1], dal 2005 i produttori tunisini possono esportare in Europa fino a 56.700 tonnellate l’anno del loro olio d’oliva senza pagare alcun dazio. In queste settimane in tanti hanno polemizzato contro questa misura, specialmente le associazioni dei produttori…

Leggi l’intero articolo su laleggepertutti.it

Integratori alimentari: una guida per chi compra e per chi vende

integratori-alimentari-li-usa-un-italiano-su-tre-fotoSempre più consumatori si affidano agli integratori alimentari e il mercato è in costante crescita. Una breve guida spiega cosa stabiliscono le norme che li regolano, quali sono gli obblighi di chi li vende e come può tutelarsi chi li compra

Gli integratori alimentari vantano tante proprietà benefiche e possono davvero aiutarci a stare meglio. A volte però il mercato può nascondere truffe e pericoli per la salute dei consumatori: in questa guida sono indicati alcuni consigli per scegliere prodotti sicuri e di qualità…

Leggi il resto dell’articolo su laleggepertutti.it

Lo zucchero fa male: la decisione dell’Unione Europea

zucchero-bianco

L’Europa ha dichiarato guerra allo zucchero vietando le etichette alimentari che descrivono le proprietà positive degli zuccheri sulla salute, anche se sono scientificamente provate.

Lo zucchero fa male ed è vietato scrivere sulle etichette degli alimenti che ha degli effetti positivi sulla salute, perché non bisogna incoraggiare i consumatori ad acquistare e consumare alimenti che contengono zuccheri. Lo ha deciso la Commissione europea e con una recente sentenza…

Leggi l’intero articolo su laleggepertutti.it

Duty-free e contrabbando: attenzione ai limiti di acquisto

I negozi duty-free degli aeroporti consentono di acquistare prodotti a prezzi molto convenienti perché esenti da tasse: attenzione però agli acquisti in Paesi fuori dall’Unione europea perché il superamento dei limiti di legge è considerato contrabbando.

Leggi il resto dell’articolo su laleggepertutti.it